Il numero degli elaborati è massimo tre quindi il minimo è uno. Le indicazioni sul candidato, per ragioni pratiche, è meglio siano sul disegno e non sul retro. Il plico può essere inviato via posta con attestazione derivante dal timbro postale e quindi può arrivare, a rischio del concorrente, in data successiva alla scadenza.