Per “rischio del concorrente” si intendono i rischi derivanti da malfunzionamenti postali; ad esempio timbratura illeggibile, elaborati gravemente danneggiati ed inutilizzabili, mancanza o grande ritardo di consegna che, si precisa, non potranno essere addebitati o imputati all’organizzazione del concorso Altresì l’impresa organizzatrice si assume la piena responsabilità di una corretta custodia di quanto consegnato o pervenuto. In ogni caso si chiarisce che si prenderanno in considerazione tutte le proposte inviate via posta, anche se arrivate in ritardo, sempreché questo avvenga entro la convocazione ufficiale dei selezionati alla seconda fase, prevista entro 30 giorni dalla scadenza del bando.